Allenamento EMS funziona veramente?

0
563
allenamento EMS funziona 2

L’elettrostimolazione dei muscoli può portare benefici

Tempo di lettura 5 minuti

La domanda di oggi è se la metodologia di allenamento EMS funziona veramente. In primo luogo bisogna imparare a conoscerlo. Nasce pochi anni fa una nuova metodologia di allenamento che vanta caratteristiche di brevità e velocità di raggiungimento dei risultati.
Innanzitutto essa si avvale di una nuova tecnologia che allena il corpo grazie alla elettrostimolazione dei muscoli, abbreviata con l’acronimo EMS.
L’allenamento di elettrostimolazione dei muscoli è svolto attraverso un macchinario ed un corpetto appositamente studiato per aderire al corpo e stimolare la componente muscolare del soggetto.
La sua caratteristica più importante risiede nel basso minutaggio di lavoro (20 minuti) e l’attivazione di tutti i muscoli allo stesso tempo.
Altro caposaldo dell’elettrostimolazione dei muscoli è la grandissima modulabilità della difficoltà dell’allenamento, è quindi adatto a tutti.
La prima domanda che viene in mente è : l’allenamento EMS funziona?


Articolo del Dottor Ilario De Pascalis

Dr. Magistrale in scienze e tecniche avanzate dell allenamento, Master universitario in teoria e metodologia dell’allenamento nel calcio giovanile. Personal trainer presso WellnessLab360, istruttore di tecnica calcistica individuale specifica per portieri.


AFFIDATI A NOI, CREA IL TUO FUTURO ADESSO!


Dove nasce il metodo di elettrostimolazione dei muscoli

L’elettrostimolazione dei muscoli nasce negli anni 70 come metodologia riabilitativa a scopo antiinfiammatorio ed antalgico.
A tal proposito nasce il COMPEX, un dispositivo medico brevettato che possa soddisfare le necessità descritte pocanzi.

Attraverso il posizionamento di placchette ed uno strumento atto a generare un impulso elettrico identico a quello umano, si è in grado di ottenere specifici risultati. (Benny S et al. 2002)
In aggiunta è importante distinguere la TENS e l’elettrostimolazione dei muscoli. In primo luogo la TENS, è specificatamente atta a colpire le fibre nervose.
L’allenamento EMS invece, funziona sul ripristino del tono muscolare perso, colpendo la placca motrice ed innescando un accorciamento del ventre muscolare.
La metodologia EMS funziona da tempo oramai, ma mai si era spinta nel mondo dell’allenamento fin quando non sono nati macchinari studiati per tale scopo.

Allenamento EMS funziona? Utilizzo su campioni come Bolt e Cr7

Non è cosa rara nel mondo social di oggi imbattersi in foto o video dei nostri atleti preferiti che descrivono la loro giornata tipo.
Ad esempio possiamo prendere due grandi atleti quali Usain Bolt e Cristiano Ronaldo, maestri nella loro disciplina, nonché noti per il loro notevole impegno negli allenamenti.
Entrambi utilizzano l’elettrostimolazione dei muscoli oltre agli allenamenti già prestabiliti. Questo avviene grazie alla grande versatilità, praticità e completezza dell’allenamento EMS.
Come detto precedentemente, questa metodologia prevede in una singola seduta, l’utilizzo di tutta la muscolatura, che viene allenata al massimo delle sue potenzialità.
Grazie alla possibilità di scegliere la più corretta elettrostimolazione dei muscoli in funzione dell’obiettivo, l’allenamento EMS funziona su aspetti diversi della prestazione sportiva.

La differenza tra Cr7 e Bolt nell’utilizzo dell’EMS

In altre parole, Cristiano Ronaldo utilizza spesso l’elettrostimolazione dei muscoli agendo sulle fibre rosse, in quel caso l’allenamento EMS funziona maggiormente sulla resistenza.
D’altra parte, Usain Bolt utilizza spesso l’elettrostimolazione dei muscoli agendo sulle fibre bianche, in quel caso l’allenamento EMS funziona maggiormente sulla Forza muscolare.

allenamento EMS funziona 1
Un metodo di allenamento semplice e per tutti

Se lo usano anche loro:  “Allenamento EMS funziona?” Il mito dei 20 minuti

Pertanto se l’allenamento EMS funziona e viene svolto da campioni come Bolt e Cr7, funziona anche su di me?

A questa domanda possiamo dare una risposta, che può essere sia positiva che negativa, in quanto essa sarebbe: “dipende”.
In altre parole possiamo affermare che l’allenamento di elettrostimolazione dei muscoli ha una grande valenza sia in ambito terapeutico che prestazionale.(Filipovic A et al. 2016)
Sebbene gli studi scientifici confermino che l’allenamento EMS funziona, non possiamo tuttavia esimerci dal sottolineare che esso necessita di costanza.
Affidarsi al mito “bastano 20 minuti a settimana” appare al quanto riduttivo al fine di consolidare dei risultati ottimali.
Bisognerà impostare insieme al Personal Trainer, un percorso adeguato alle proprie esigenze, che comprenda sia allenamenti con elettrostimolazione dei muscoli sia allenamenti classici.
In questo modo potremmo ottenere risultati sperati che siano anche duraturi, andando ad agire in maniera globale sulla ricomposizione corporea.

AFFIDATI A NOI, CREA IL TUO FUTURO ADESSO!


Allenamento EMS funziona, ma io che obiettivi posso raggiungere?

In sintesi, assodato che l’impostazione degli allenamenti sia corretta e  personale, vediamo cosa l’elettrostimolazione dei muscoli può farci ottenere.
Per spiegare nel migliore dei modi, le strade da poter percorrere sono due:
– Allenamento EMS che funziona per incrementare la forza attraverso una seduta di intensità elevata e stimolazione breve (esempio: 4″ lavoro – 4″ pausa ). (Billot M. et al. 2010)
In breve, l’elettrostimolazione dei muscoli orientata alla forza ci permette di ottenere inoltre l’incremento della massa magra e del tono muscolare.
– Allenamento EMS che funziona per incrementare la resistenza attraverso una seduta di intensità blanda e stimolazione continua (esempio: 20′ consecutivi). A causa dell’elettrostimolazione dei muscoli orientata alla resistenza è possibile ottenere diminuzione della massa grassa e l’incremento della VO2max.
Infine, è bene ricordare che ogni metodologia di elettrostimolazione dei muscoli ha dei tempi di recupero ben precisi che vanno sempre rispettati.
In particolare l’elettrostimolazione dei muscoli orientata alla forza necessita di almeno 48 ore di recupero.


Allenamento EMS funziona perfettamente per la tonificazione

L’elettrostimolazione dei muscoli ha quindi dei buoni risultati sugli aspetti del benessere e della performance, specialmente se parliamo di tono muscolare.
Il motivo risiede in particolare, nel meccanismo di azione dell’allenamento EMS. Infatti, l’impulso esogeno obbliga il muscolo a contrarsi al massimo delle sue possibilità.

Di conseguenza ne scaturisce una seduta di allenamento di elettrostimolazione dei muscoli che li obbliga ripetutamente alla massima contrazione per 20 minuti consecutivi.
Dai muscoli, il lavoro massimale viene inteso come un momento di alto dispendio energetico, che verrà compensato durante il recupero tra una seduta e l’altra.
L’allenamento EMS funziona dunque alla sua massima efficacia se la fase di recupero è adeguata alle necessità del soggetto.
L’elettrostimolazione dei muscoli aiuta quindi nell’ottenimento del tono muscolare.
Per spiegare cosa si intende per tono muscolare, esso è quel processo graduale che comporta un miglioramento del tono senza che si inneschi un processo di incremento del volume.


Allenamento EMS funziona per la vita quotidiana


In aggiunta a quanto detto finora usciamo da quelli che sono gli aspetti prettamente tecnici dell’elettrostimolazione dei muscoli e sul come agisce. Di conseguenza, occupiamoci ora degli aspetti della vita quotidiana.
In sintesi l’allenamento EMS funziona decisamente bene per tutte quelle persone le quali hanno poco tempo a disposizione e cercano un modo per tenersi attivi. L’elettrostimolazione dei muscoli utilizzata come principale strumento di allenamento, ha la facoltà di riequilibrare il corpo.
Inizialmente con l’allenamento EMS si otterranno risultati apprezzabili in termini di forza, equilibrio, postura, capacità coordinative nonché consapevolezza del proprio corpo. (Hortobágyi T., Maffiuletti N.A. 2011) 
Come detto sopra, i soli 20 minuti a settimana non bastano, ma ritengo siano un buon punto di partenza, al quale abbinare almeno un’altra ora di attività motoria.
L’allenamento EMS funziona come coadiuvante per chi ricerca la massima performance sportiva (Babault N. et al. 2007). Infatti l’elettrostimolazione dei muscoli colpisce fibre difficili da raggiungere con gli allenamenti classici.
Nonostante questa affermazione, deve rimanere chiaro a tutti che la corretta proposizione degli allenamenti è più importante del tipo di metodo scelto.

L’elettrostimolazione dei muscoli fa per me?

Per concludere, abbiamo visto come l’elettrostimolazione dei muscoli agisce sul corpo umano e quale tipologia di obiettivo si può raggiungere attraverso l’allenamento EMS.
Non resta che provare questa metodologia e capire se l’allenamento EMS funziona su di te e quali sensazioni ti dà.

Infine, il consiglio che mi sento di dare a te, lettore, è molto semplice: “prova l’elettrostimolazione dei muscoli in un centro specializzato”.
All’interno del centro dovrai trovare personale qualificato nella somministrazione di allenamento EMS. Inoltre il personale stesso dovrà essere in grado di poterti dare dei consigli generali di allenamento.
Questo perché si possa impostare un percorso per le tue esigenze. E ciò deve avvenire sia che svolgi gli allenamenti solo nel centro sia allo stesso modo che tu lo faccia fuori per conto tuo.
L’elettrostimolazione dei muscoli è una metodologia di allenamento molto soggettiva, ogni persona la percepisce in maniera differente, e non è adatta a tutti.
Provala, scoprila e continua a restare in forma. Qualunque metodo tu scelga, l’importante è allenarsi divertendosi.

Bibliografia

1- Bennie S, Petrofsky J, Nisperos J, Tsurudome M, Laymon M. Toward the optimal wereform for eletrical stimulation of human muscle. European Journal Applied Physiology. 2002;88(1-2):13-9. 

2- Filipovic A., Grau M., Kleinoder H., Zimmer P., Hollmann W., Bloch W. (2016). Effects of a whole-body electrostimulation program on strength, sprinting, jumping, and kicking capacity in elite soccer players. J. Sports Sci. Med. 15 639–6

3 – Babault N., Cometti G., Bernardin M., Pousson M., Chatard J-C. (2007) Effects of Electromyostimulation Training on Muscle Strength and Power of Elite Rugby Players. Journal of Strength and Conditioning Research 21(2), 431-437. 

4 –  Billot M., Martin A., Patzis C., Cometti C., Babault N. (2010) Effects of an electrostimulation training program on strength, jumping, and kicking capacities in soccer players. Journal of Strength and Conditioning Research 24(5), 1407-1413. 

5 – Hortobágyi T., Maffiuletti N.A. (2011) Neural adaptations to electrical stimulation strength training. European Journal of Applied Physiology 111, 2439-2449.